domenica 27 luglio 2014

La natura quasi bonsai

Tornato da un posto magnifico ho potuto osservare come la natura riesce a modificarsi per sopravvivere, come le intemperie plasmano le superfici delle piante e come tutto alla fine funzioni ed abbia una sua funzione.








sabato 5 luglio 2014

Quercus Ilex foglia dopo 3 anni!

Crescere bonsai da seme dura un eternita, gia da subito si possono avere alcune soddisfazioni come la dimensione delle foglie, qui un esperimento su un esemplare di soli 3 anni, nato in un piccolo vaso e solo un mese fa travasato in uno un po piu grande, potato gli anni precedenti tranne quest'anno. In attesa che prenda forma.




martedì 1 luglio 2014

Terriccio per bonsai prova 01

Dopo anni di esperienza con le piante di terrazzo e mesi con i bonsai, mi sono preso la briga di sperimentare un mix per terriccio per bonsai che per ora mi soddisfa. Ho provato tanti materiali a partire dalla costosa Akadama, terricci premiscelati specifici per acidofile e non, tanto ho dato alla causa e tanto ho speso, ora voglio fare a modo mio. Questa volta ho creato la miscela da quattro elementi di base che sono:

-Argilla espansa 3-7 (granulometria in mm)_30%
-Sepiolite. argilla usata come lettiera per gatti , setacciata per togliere le parti piccole 2-4_30%
-Vermiculite 1-3_30%
-Fibra di Cocco_5-10%

Tutto ciò per dare drenaggio, ritensione idrica, ossigenazione alle radici, i nutrienti sono in forma di concime solido, coadiuvati da concime liquido nei mesi in cui la vegetazione lo richiede. L'argilla espansa dice la leggenda che sarebbe acida, ma in realta solo se si rompe o è gia rotta, e poi un po di acidita fa anche bene alle radici. Attendiamo i risultati nei prossimi mesi.






Bonsai di Rosmarino di nessun interesse.

Succede che il primo di luglio ci si renda conto della necessita di dover intervenire per risolvere un problema, ed allora si interviene anche se la stagione non è adatta, troppo caldo e attivita vegetativa ridotta al minimo, ma a volte non si ha scelta. In questo caso mi sono accorto che del rosmarino che avevo creato un paio di anni fa da talee (prese per fare una bistecca e poi non utilizzate!!) stava soffrendo il sovraffollamento e la troppa acqua. Avendo un bel vaso da utilizzare mi sono messo a smontare il pacco radicale per vedere anche i risultati sul terriccio che avevo creato.


I risultati non appena tolto il vaso ottimi, radici folte e ben distribuite in tutta la zolla!



...unico problema troppo affollata, con sette individui a crear radici! Comunque ho pensato che dividerli sarebbe stato un peccato, cosi due li ho ripiantati nello stesso vaso ed il resto fatto boschetto. Ho tagliato tutto perche il materiale non è affatto interessante, troppo presto per poterci vedere qualcosa, per ora lo pianto e poi si vedra.


Per bloccare la zolla radice al vaso uso le fettucce di plastica, senza stringere troppo perche hanno spigoli taglienti, sono neutre e soprattutto economiche. Come rete ne uso una in acciaio inossidabile che uso e riuso, presa chissà dove non ricordo.




Ecco il risultato, appunto di nessun interesse, mi serve per testare il nuovo mix che ho preparato di cui prima e intanto lo lascio crescere.




lunedì 30 giugno 2014

Ispirazione per un bonsai. Felci.

Dovendo rifare un vaso pieno di felci a causa della crescita veloce, mi stuzzica l'idea di provare a copiare un bonsai, in natura le felci crescono tra le rocce e rimangono piccole, di seguito in natura e nel vaso. Aperta la ricerca della pietre ospitante.




Orto perfetto!

Non mi era mai capitato di imbattermi in un orto cosi perfetto, ma in Alto Adige si! Un piacere da vedere, peccato solo che non sia rialzato di un 40 cm. Ogni famiglia dovrebbe averne uno uguale, con qualche albero da frutto intorno. Bello. 



Caso strano su Abete Rosso.

Capita in natura di vedere cose mai viste, cose piccole che al primo sguardo possono parere normali, che tanto normali non sono. Nelle immagini sotto ho fotografato un Abete Rosso, sul tronco le tracce di una precedente potatura della ramificayione del tronco, eta forse un 12-15 anni, quindi tronco legnoso, eppure vicino alle ferite la pianta ha creato nuovi getti, di solito in un bonsai è praticamente impossibile che cio accada, quando si taglia un ramo sempre dopo una o due gemme altrimenti il ramo con ogni probabilita morira...ed invece se c'è sole e condizioni la regola non è sempre vera.